Villa Serena
CHIRURGIA
MEDICINA
ENDOSCOPIA
FISIOTERAPIA
DIAGNOSTICA

La storia di Villa Serena

 

E’ una caratteristica della Liguria a cavallo tra l’ottocento e novecento quella di aver vissuto la creazione di strutture e iniziative diverse da quelle tipiche dell’Italia dell’epoca grazie all’apporto di coloro  che sulla Riviera venivano a sottrarsi dai lunghi e grigi inverni del Nord Europa e a cercare sollievo alla loro salute.

Non si sottrae a questo filone Villa Serena che il 14 luglio 1919 vede la luce a Quarto dei Mille.

Con il nome di “Villa Vittoria” e’ la prima struttura sanitaria privata genovese.

E’ la realizzazione di una intuizione di un chirurgo dell’ospedale di Nervi, il professor Giovanni Battista Rosciano, che vide già in allora nel  modello della sanità privata anglosassone lo strumento  per soddisfare primariamente le esigenze dei numerosi turisti inglesi che nei primi anni del 1900 trascorrevano il periodo invernale nel levante genovese e che intitolò la clinica proprio alla Regina Vittoria longeva monarca nell’epoca di massima espansione della potenza inglese nel mondo.

Il professor Rosciano necessitando di personale infermieristico scelse di rivolgersi  all’ordine delle Suore dell’Immacolata.

Le prime suore a raggiungere in quello stesso anno Villa Vittoria furono quattro.

15-7-1919, la Curia Arcivescovile, autorizza l'Istituto delle Suore dell'Immacolata a fornire alla nuova clinica di Quarto quattro suore per la direzione e il servizio

 

Rosciano aveva ben interpretato le esigenze dell’epoca  costituendo una realtà che riscosse subito notevoli consensi.

Ogni anno aumentava il numero di degenti.

Il 1 maggio 1923 la Casa di Salute si trasferì sul colle di Albaro, in via San Nazzaro 33, vicino all’attuale sede e cambiò nome in  “Villa Serena”  proprio a sottolineare lo spirito e il clima di serenità che la clinica intende trasmettere, e non operò più in un contesto di iniziativa individuale ma societaria tra le Suore dell’Immacolata e alcuni eminenti clinici dell’epoca tra i quali il Prof. Dario Maragliano figlio del Senatore Edoardo Maragliano, pioniere della lotta alla tubercolosi al quale Genova ha dedicato una Via del centro e un complesso ospedaliero all’avanguardia per l’epoca nella cura delle malattie polmonari. Gli altri soci sono i Professori  Mariano Capurro, Luigi Adolfo Oliva, Drago e Adolfo Merlini.

la Clinica nel 1923, in Via San Nazzaro,33

 

Di pari passo aumentava la dotazione di attrezzature mediche e chirurgiche e il 18 ottobre 1923 la Casa e la cappella, alla presenza delle autorità e della cittadinanza, furono ufficialmente benedette dall’ Arcivescovo di Genova Monsignor Giosué Signori.

Vale la pena di ricordare l’elogio che il suo successore l’Arcivescovo Francesco Sidoli, ammalato e quivi ricoverato nel 1924 rivolse alle suore che lo assistevano: “Voi siete l’epopea della religione vi prego di non abbandonarmi fino all’ultimo della mia vita”.

 

supplemento del periodico mensile: "Buon Seminatore" redatto in occasione delle "Nozze d'Oro" dell’Istituto e delle Immacolatine, dell'ottobre del 1926.

Lo sviluppo di Villa Serena aveva, ed ha, nelle  Suore dell’Immacolata il suo punto di riferimento  ed è soprattutto grazie a loro se la clinica ha continuato la sua “missione” sanitaria.
Con la loro professionalità e delicatezza sanno stare vicino a chi soffre, offrendo cure per il corpo e per l’anima.

Villa Serena ha ormai raggiunto dimensioni notevoli, così il 1° luglio 1931 e il 1° gennaio 1933 viene confermata e prorogata la forma societaria di  Villa Serena Società in Nome Collettivo. Le suore infermiere aumentano a 12 unità, qualche anno dopo saranno 40.

1-7-1931: l’atto costitutivo della Società in nome collettivo Villa Serena (prima pagina)

 

1-7-1931: l’atto costitutivo della Società in nome collettivo Villa Serena (ultima pagina)

 

L’atto costitutivo fornisce interessanti notizie e conferma, come già avvenuto nel 1923, che la compagine sociale è costituita dall’Istituto delle Suore dell’immacolata che interviene nell’atto in persona della Madre Generale Suor Innocenza Vassallo, e da noti medici del tempo, i Professori Mariano Capurro, Dario Maragliano, Luigi Adolfo Oliva, Vittorio De Cigna, Luigi Assereto, Ernesto Patrone, Francesco Satta e Adolfo Merlini.

 

 

Suor Innocenza Vassallo, socia fondatrice della Società

 

Il  capitale è costituito in larga parte dalla struttura della stessa Villa Serena integrata da nuovi mezzi finanziari.

Villa Serena consolida quindi la sua attività e nel 1935 venne nominato santo protettore San Camillo de Lellis.

Il 1937 è l’anno della svolta definitiva. Villa Serena si costituì in società anonima, antesignana della odierna società per azioni, e ha sempre come soci fondatori l’Istituto delle Suore dell’Immacolata in persona della Madre Generale Suor Innocenza, al secolo Elena Vassallo, che nell’atto interviene a proprio nome, non consentendo la normativa del tempo agli istituti religiosi di costituire società di capitali, gli altri soci sono i medici Chirurghi Professori Assereto Luigi, Agrifoglio Mario, De Cigna Vittorio, Durante Luigi, Grossi Leonardo, Isola Armando, Maragliano Dario, Oliva Luigi Adolfo, Pallestrini Ernesto, Patrone Ernesto.

 

23-3-1937, l'atto Costitutivo della Società Anonima Villa Serena a rogito Notaio Carlo Rapetti (Prime due pagine)

Il 5 aprile 1939, alla vigilia della Seconda Guerra Mondiale, Villa Serena si sposta nell’attuale sede, definitiva di Piazza Leopardi 18.

Il successivo 20 aprile Il Cardinale Pietro Boetto, l’Arcivescovo di Genova antifascista che durante il periodo dell'Olocausto svolse a Genova un ruolo fondamentale nelle operazioni di assistenza agli ebrei perseguitati,  inaugura e benedice la nuova clinica alla presenza di tutti i medici; celebra la  Messa e amministra il Santo Battesimo  alla prima neonata. In quell’occasione ha ripetute parole di incoraggiamento per le Suore e per i professori.

La clinica nel 1939, è stata appena edificata la nuova sede

l’Arcivescovo di Genova Card. Pietro Boetto, ha inaugurato la clinica il 20 aprile 1939

Certificato di agibilità rilasciato dal Podestà di Genova il 5 aprile 1939.

 

Durante la guerra Villa Serena è risparmiata dai terribili bombardamenti dell’ottobre e novembre 1942, unica tra tutte le case dell’Istituto in Genova le cui suore non sono sfollate.

Nonostante il tempo di guerra, la clinica lavora moltissimo, anzi è l’unica in efficienza perché le altre sono per lo più sinistrate, i professori sono una trentina, il numero delle Suore è di trentadue.

 

Un opuscolo su Villa Serena stampato nel 1940

 

Villa Serena venne risparmiata anche dai pesanti bombardamenti dell’aviazione Alleata operati Su Genova dai suoi temuti bombardieri tra la fine del 1943 e il 1944, bombardamenti che invece nella zona d’Albaro  danneggiarono grandemente la vicina Villa Cambiaso, sede della facoltà di ingegneria navale dell’Ateneo Genovese. Si ricorda che nella seconda metà del 1944, cadde una bomba nel giardino di Villa Serena a circa venti metri dall’edificio, che non provocò alcun danno alla Clinica, se non una grossa crepa sulla facciata, all’altezza del terzo piano in corrispondenza della camera di degenza n.65. Alcuni anni dopo la fine della guerra, nel punto esatto in cui cadde l’ordigno, verrà costruita la grotta della Madonna di Lourdes a ricordo dell’evento e a protezione della Casa di Cura.

Suore infermiere e personale femminile posano davanti alla Grotta di Lourdes edificata sul luogo in cui cadde la bomba che provocò solo una crepa sulla facciata lasciando per il resto illesa la clinica.

 

Anni 50 - un gruppo di  suore di Villa Serena sul terrazzo del 4 piano.

 

Nel dopo guerra e negli anni successivi, l’azionariato si amplia e vede tra i suoi Membri persino personaggi famosi quali l’indimenticabile attore Gilberto Govi - fondatore del teatro dialettale genovese e considerato uno dei simboli della città della Lanterna - del quale si conservano ancora i certificati azionari originali e del quale si ricorda, a distanza di decenni, la sua precisione e puntigliosità nell’esaminare ogni anno i dati di bilancio della Casa di Cura.

 

L'attore Glberto Govi, azionista di Villa Serena, in uno dei suoi indimenticabili personaggi

 

 

Un certificato azionario intestato a Gilberto Govi e poi da lui trasferito al’Istituto delle Suore dell’Immacolata

 

Sin dalla sua fondazione Villa Serena è punto di riferimento per i medici  che svolgono la loro libera professione, grazie a quest’albergo di cura, con le strutture necessarie per le degenze, dalle più semplici alle più complesse, e per quei cittadini, che si sono rivolti ai loro medici di fiducia per sottoporsi a cure sanitarie e chirurgiche.

 

Una sala operatoria nel 1948

 

La sala parto nel 1948

anni’60, Sala Operatoria, intervento di chirurgia addominale

 

 

Da sempre è attiva su tre fronti: chirurgia, medicina e ostetricia

 

ANNI '60, la tenda mobile d'ossigeno

 

1965, un intervento chirurgico

 

1960 - Suora Vigilatrice d'infanzia nella nursery accudisce un neonato.

 

Oggi è l’unica casa di cura privata che svolge attività di ostetricia  in Liguria. Ma già dall’inizio della sua attività la clinica si propose nella realtà sanitaria cittadina per il servizio di ostetricia. E’ infatti conosciuta come “la clinica dove volano le cicogne”: ha visto nascere la discendenza di tante famiglie genovesi.

Con umile fierezza ricordiamo che in questa clinica sono nati e hanno ricevuto il Sacramento del Battesimo illustri genovesi tra cui alcuni alti prelati che poi lasciarono Genova per ricoprire importanti incarichi presso la Santa Sede e nella Chiesa Italiana.

La  chirurgia toracica, ortopedica e ginecologica sono altri  aspetti caratterizzanti della clinica.

Un’altra svolta decisiva si ha nel 1999 quando prende avvio  una nuova fase nella gestione della Casa di Cura, caratterizzata dalla conferma e dall’ulteriore incremento dell’Istituto delle Suore dell’Immacolata  nel capitale e nella gestione della Casa di Cura che esprime  il nuovo Consiglio di amministrazione.

Il nuovo Consiglio ha proceduto ad un’ampia ristrutturazione finalizzata all’eccellenza della qualità del servizio, che muovendo a 360 gradi, ha interessato la tecnologia medicale, la struttura sanitaria, il comfort alberghiero, le centrali e gli impianti e la riorganizzazione dei servizi.

Sono stati, infatti, completamente rinnovati, riorganizzati e dotati di nuove apparecchiature: il blocco operatorio, la rianimazione e terapia intensiva, il reparto di degenza chirurgica sub-intensiva, il servizio di diagnostica per Immagini, i locali dei quattro presidi infermieristici capo sala delle degenze, la cucina centrale e quelle dei piani, le aree attrezzate del parco e una nuova zona posteggio. Fanno parte di questa riorganizzazione le centrali e impianti dei gas medicali, dell’aria compressa e aspirazione, del gruppo elettrogeno per tutte le utenze dello stabile a lunga autonomia (in grado di far fronte a black out energetici prolungati) e dei trasformatori dell’alta tensione, dei gruppi refrigeranti e unità di trattamento dell’aria, dell’elevatore per il trasferimento ai piani dei degenti barellati, dell’illuminazione esterna.

Il 21 febbraio 2004 il Cardinale Tarcisio Bertone, Arcivescovo di Genova, divenuto poi Segretario di Stato di Sua Santità Benedetto XVI, alla presenza delle autorità, inaugurava la ristrutturazione.

21 febbraio 2004 il Cardinale Tarcisio Bertone inaugura il nuovo blocco operatorio

 

La data del 21 febbraio 2004 segna il raggiungimento di un traguardo, ma è nel contempo inizio di una nuova fase di investimenti per proseguire la riorganizzazione con il rifacimento del blocco parto che è stato raddoppiato e dotato di nuovi impianti tecnologici, della nuova nursery e del reparto ostetricia  caratterizzato da stanze singole di degenza, con il posto letto per il papà, dotate di  culla, fasciatolo con vaschetta per il bagno e bilancia per consentire alle nuove mamme, sin da subito, di cominciare a prendere confidenza con il loro figlio.

Un’ altra specialità medica in cui si è voluto investire sono state le cure oncologiche, a tal fine si è creata la struttura richiesta dalla legge per la preparazione dei relativi farmaci costituita dal laboratorio per la preparazione dei chemioterapici antiblastici.

La ristrutturazione comprende anche i nuovi uffici amministrativi, il bar, ristorante e sala meeting.

I lavori di quest’ultima fase di investimenti sono stati inaugurati il 26 settembre 2009 dal Cardinale Angelo Bagnasco Arcivescovo di Genova e presidente della Conferenza Episcopale Italiana.

 

Il Cardinal Angelo Bagnasco inaugura il nuovo blocco parto

 

Nel 2010 il Consiglio di Amministrazione della società si pone un nuovo obiettivo:  migliorare la qualità del servizio con la formazione continua del suo personale sanitario e contribuire anche alla formazione professionale permanente dei medici liberi-professionisti utilizzatori della sua struttura. Dunque decide di istituire un polo formativo permanente – accreditato a livello nazionale piuttosto che a livello regionale - istituendo una commissione scientifica con il compito di studiare e programmare piani formativi annuali. Così il 29 ottobre 2010 presenta l’istanza a Roma, presso l’Agenzia per i Servizi Sanitari del Ministero della Salute, al fine di ottenere l’accreditamento come Provider Nazionale di Corsi per l’educazione continua in medicina (E.C.M.) per tutte le professioni sanitarie, non solo quindi per medici e infermieri.

Il 15 settembre 2011, dopo una rigorosa valutazione, la Commissione Nazionale per la Formazione Continua in Medicina dell’Age.na.s., accredita Villa Serena quale Provider di E.C.M., per tutte le professioni sanitarie, iscrivendola all’Albo Nazionale con il numero 1.570. Unica casa di cura privata, sul territorio nazionale, ad essere iscritta all’Albo Nazionale.

Inizia così l’attività di provider di corsi E.C.M., con il rilascio dei crediti formativi. I corsi vengono tenuti nella sede della Casa di Cura, da subito registrano un altissima frequenza di partecipanti con l’impegno annuale di circa 80 tra Responsabili Scientifici dei singoli eventi e docenti, gran parte di loro sono primari e medici specialisti che utilizzano la casa di cura e che con entusiasmo coinvolgono altri colleghi nella formazione continua.

Villa Serena diventa un polo formativo di riferimento ligure, per l’aggiornamento permanente dei professionisti della sanità.

 

 

Sala Meeting di Villa Serena: un Seminario ECM

Nel frattempo era iniziata un ulteriore nuova fase di investimenti così Il 16 dicembre 2012, anniversario del 75° di fondazione della società per azioni, l’Arcivescovo di Genova e Presidente della Conferenza Episcopale Italiana, Cardinale Angelo Bagnasco inaugura i nuovi laboratori di anatomia patologica e degli esami chimico clinici, la nuova sezione della diagnostica d’immagine per risonanza magnetica ed ecografia, le nuove stanze di degenza del 4° piano e un ambulatorio.

 

16-12-2012 ricorrenza del 75° anniversario di fondzione della S.p.A., l'inaugurazione e la benedizione della croce con il concerto delle campane a carillon

 

16-12-2012 Il Card. Angelo Bagnasco inaugura e benedice la nuova sezione di risonanza magnetica della diagnostica di immagine

 

16-12-2012 Il Card. Angelo Bagnasco inaugura e benedice la nuova sezione di ecografia della diagnostica di immagine

 

Sempre nell’anno del 75° anniversario di fondazione, il 28 dicembre 2012, la casa di cura traguardando un impegnativo e severo percorso iniziato anni prima, ottiene la Certificazione di Qualità Iso 9001/2008 dal network internazionale IQNet (registration number: IT-88728) e dall’ente certificatore Nazionale RINA (certificato di conformità n. 28441/12/S), per la progettazione ed erogazione di servizi ausiliari e di supporto all'attivita' medica, chirurgica e di ostetricia e maternita' e relativa degenza: assistenza infermieristica, servizi alberghieri, economato ed approvvigionamento farmaci, fisiokinesiterapia, blocco operatorio, terapia intensiva post chirurgica, blocco parto, direzione sanitaria, guardia medico-chirurgica, reperibilita' anestesiologica, cardiologica e di diagnostica per immagini. gestione organizzativa del poliambulatorio.

Villa Serena è ora una Casa di Cura Certificata. Il Consiglio di Amministrazione, si era posto il raggiungimento di questo obiettivo, peraltro non obbligatorio, a coronamento del suo sforzo teso a migliorare sotto ogni profilo la qualità dei servizi, nell’interesse del paziente e per dare ai medici utilizzatori della sua struttura, strumenti, locali e personale ausiliario all’altezza di una moderna ed efficiente Casa di Cura.

Esattamente un anno dopo, il 28-12-2013,Villa Serena continuando nel suo sforzo del miglioramento della qualità, raggiunge un altro traguardo, la certificazione di qualità viene estesa anche all'attività di progettazione ed erogazione corsi di formazione in educazione continua in medicina rivolti a tutte le professioni sanitarie in qualita' di provider dell'Agenzia Nazionale per i Servizi Sanitari (Age.na.s) e polo formativo con rilascio di crediti formativi (ECM).

Ora anche i corsi ECM del "polo formativo", Villa Serena, sono certificati per la qualità!

I successivi Audit 2014 e 2015 hanno confermato la Certificazione di Qualità.

 

Il Certificato ISO 9001/2008 Nazionale e Internazionale ottenuto da Villa Serena

 

 

Oggi Villa Serena si può definire, a buon diritto,  una struttura sanitaria privata d’eccellenza.

Tuttavia affinché la Clinica sia sempre all’avanguardia, c’è un progetto di investimenti mirati e continuativi.

Villa Serena è molto cambiata nella struttura e nei servizi offerti, ma lo spirito che l’anima è identico a quello della piccola clinica Villa Vittoria del 1919. Tale spirito è il servizio alla persona sofferente, con unita anche la disponibilità a supporto del sistema sanitario pubblico che oggi affronta la riduzione delle risorse e quindi dei mezzi per alleviare la malattia, che fa purtroppo sempre parte della quotidiana realtà della nostra condizione umana.

 

La storica sede di Villa Serena come si presenta oggi

 

Villa Serena, in Italia e in Europa

 

 

Un opuscolo su Villa Serena stampato nel 1940
Un certificato azionario intestato a Gilberto Govi e poi da lui trasferito all'Istituto delle Suore dell'Immacolata
23-3-1937 atto Costitutivo della Società  Anonima Villa Serena a rogito Notaio Carlo Rapetti
Age.na.s. accredita Villa Serena provider di E.C.M.
Il certificato internazionale di conformità  ISO 9001-2008 registration number IT-887228, rilasciato da IQNet
Il certificato nazionale di conformità  ISO 9001-2008 n. 2844112S rilasciato dal RINA
Home
La storia
Corsi E.C.M.
Informazioni
La salute scontata
Newsletter
Press Area
Contatti
Servizi
   Chirurgia
   Medicina
   Fisioterapia
   Diagnostica
   Ambulatori

Scegli la lingua:
Villa Serena S.p.A.
Piazza Leopardi, 18 - 16145 Genova

Tel. 010.312.331 - Fax 010.314.433
www.villaserenage.it info@villaserenage.it

Partita IVA 00262530108

Aut. Sanitaria rilasciata dal Comune di Genova
con Prov. N. 49/2000 L.R. 20/1999
Copyright © Villa Serena Spa
P. IVA 00262530108
Tutti i diritti riservati - Privacy policy
  Engineered by FastFone Srl